Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fcsoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F69-spettacoli%2Fconcerti%2F1254-venerdi-20-novembre-l-imitazione-presenta-favequaid-dick-hudson%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Novembre
17
2015

Venerdì 20 novembre (L)imitazione presenta FAVEQUAID + DICK HUDSON

Scritto da c.s.o.a. Angelina Cartella

Venerdì 20 novembre nuovo appuntamento di (L)imitazione al Cartella!

Ad aprire la serata saranno i Dick Hudson, un trio di "trentenni vecchi dentro ma molto simpatici", militanti da anni in diverse formazioni in cui hanno suonato di tutto, dal jazz al metal, dalle feste nei licei occupati alla cover band nei pub. Dovendo però fare i conti con la realtà italiana (notoriamente crudele), e vivendo nella loro Messina che forse è fra le più crudeli province del territorio, dicono che il desiderio di suonare per esorcizzare certi impulsi radicali "che uno pensa si siano estinti con l’adolescenza", rimane. Per cui, dopo anni passati ad ascoltare King Crimson, Primus, Gong e Don Caballero, finalmente i tre si ritrovano per la prima volta assieme in sala prove e iniziano a lavorare ad una nuova sintesi: quella che ascolteremo venerdì prossimo al Cartella!

Riscaldata a dovere l'atmosfera, i palermitani Favequaid continueranno ad infuocare il palco con un connubio di Hard Rock e Stoner sperimentale vittima delle influenze dei '70. Con giochi Doom, jam spaziali e un sound che incorpora anche elementi Sludge e Grunge degli ultimi anni, ci porteranno a godere del potente e duro rock da una prospettiva nuova, diversa, pienamente tonda e globale.