Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fcsoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F88-spettacoli%2Fincontri-dibattiti%2F1352-infrastrutture-in-calabria-tra-balle-spaziali-e-tagli-reali%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Dicembre
05
2016

Infrastrutture in Calabria: tra balle spaziali e tagli reali

Scritto da c.s.o.a. Angelina Cartella

Domenica 11 dicembre al c.s.c. Nuvola Rossa l’assemblea pubblica
“Infrastrutture in Calabria: tra balle spaziali e tagli reali”

Ci aveva provato il Fonzie de noantri a giocare la sempre buona carta del Ponte sullo Stretto per mandare un segnale a amici e compari in vista del referendum del 4 dicembre: una boiata talmente grande che la sua maggioranza non ci ha pensato due volte a bocciare in Parlamento, una sparata oltraggiosa per un territorio sempre più isolato e affamato di collegamenti.

Il ventilato abbandono dell’aeroporto dello Stretto da parte di Alitalia, che porterebbe alla chiusura del “Tito Minniti”, la crisi del Porto di Gioia Tauro, la costante riduzione di corse ferroviarie, sono questi i dati concreti, i problemi reali che fanno apparire insignificanti il nuovo piano dei trasporti regionale che sa tanto di libro dei sogni, un progetto di metropolitana a Reggio Calabria che i reggini hanno scoperto solo dopo lo stanziamento di 100 milioni di euro dalla Giunta regionale - alla faccia della partecipazione e del coinvolgimento dei cittadini – ma soprattutto la propagandistica inaugurazione dell’A3 del 22 dicembre, un vero e proprio imbroglio: parlano di fine lavori laddove i lavori si interrompono. Il governo ha tagliato infatti 2,8 miliardi di euro, cancellando gli esecutivi dei 60 km più pericolosi e incidentati, che così resteranno obsoleti e a 2 corsie!

Noi che per anni abbiamo detto NO al Ponte in nome delle tante emergenze di questo territorio, invitiamo tutte e tutti a partecipare all’incontro organizzato per domenica 11 dicembre alle ore 10.30 al c.s.c. Nuvola Rossa, per fare un punto sulla situazione trasportistica in Calabria e, in particolare, nell’area dello Stretto, tra balle spaziali e tagli reali.

L’incontro, che vedrà la presenza degli ingegneri Alberto Ziparo e Domenico Gattuso e dell’economista Domenico Marino, non vuole essere però un convegno seminariale ma un invito alle realtà che in questi anni si sono impegnate nel contrastare grandi e piccole opere calate dall’alto in nome dello “sviluppo” a incontrarsi e ragionare sul rilancio di una stagione di mobilitazione necessaria a garantire una prospettiva a questi territori.

adesioni in aggiornamento:

c.s.c. Nuvola Rossa – c.s.o.a. Cartella – Collettivo CasaRossa40 – CPOA Rialzo – Comitato "No alle discariche" Castrolibero/Rende – CIUFER – Altra Calabria – Coordinamento calabrese Acqua Pubblica "Bruno Arcuri"