Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fcsoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F76-spettacoli%2Fpresentazioni%2F518-il-18-novembre-doppio-appuntamento-per-parlare-di-palestina%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Novembre
13
2010

Il 18 novembre doppio appuntamento per parlare di Palestina

Scritto da c.s.o.a. Angelina Cartella

L'occasione sarà la presentazione del libro "Palestina: una terra cancellata dalle mappe. Dieci domande sul sionismo", e che contiene gli atti del convegno di Roma sul sionismo del novembre 2009 organizzato dal Forum Palestina.
Il convegno e il libro hanno avuto il merito di rompere un “tabù” che da troppi anni ha bloccato in Italia ogni discussione storica, politica sul sionismo accettando – nei fatti – l’egemonia della narrazione della leadership israeliana sulla questione palestinese e sull’operazione coloniale che ha portato nel 1948 alla nascita dello Stato di Israele, un dato questo che ha portato materialmente alla cancellazione della Palestina dalle mappe del Medio Oriente.
Alle 10.30 presso l'aula magna della Facoltà di Architettura e poi alle 18.00 al c.s.o.a. Cartella di Gallico, si parlerà di Palestina e di sionismo con Mila Pernice del Forum Palestina, Jehad Othman dell'Associazione "Lo sguardo di Handala", e con Enzo Infantino e Nando Primerano, reduci dal recente viaggio in Libano dove hanno partecipato alle iniziative organizzate dal “Comitato per non dimenticare Sabra e Shatila”, in coincidenza con l’anniversario del massacro del settembre 1982.
La giornata si concludera con una cena sociale a base di cucina tipica palestinese.