Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fcsoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F85-spettacoli%2Fvarie%2F872-contro-i-sequestri-sul-lungomare-di-gallico-e-campo-di-lavoro%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Settembre
12
2012

Contro i sequestri sul lungomare di Gallico... e campo di lavoro!

Scritto da c.s.o.a. Angelina Cartella

Il c.s.o.a. Cartella contro i sequestri sul lungomare di Gallico
Domenica 16 settembre campo di lavoro al Parco Cartella

Il c.s.o.a. Angelina Cartella esprime solidarietà e vicinanza alle associazioni e ai gallicesi che, con grande enfasi mediatica, si sono visti sequestrare le strutture che hanno animato per tutta l’estate il lungomare di Gallico.

Chi ha seguito la travagliata storia dei lavori per la riqualificazione di questo lungomare, chi conosce i danni subiti in questi anni di degrado dalle attività turistiche e ristorative, non ha che potuto salutare con piacere le iniziative che hanno rivitalizzato la Via Marina gallicese, un tempo fiore all’occhiello della città ma da anni caduta in disgrazia. Iniziative realizzate con il pubblico sostegno dall’Amministrazione comunale, e che oggi vengono additate come mero abusivismo.

L’azione della Capitaneria di Porto non fa che accrescere l’amarezza per la situazione dello storico lungomare, a cui secondo alcuni organi di informazione oggi spetta addirittura il titolo di “più abusivo d’Italia”.

Non è abusivismo quello che noi vediamo dietro questi sforzi genuini! Una realtà come la nostra che sostiene l’autorganizzazione, non può che supportare le iniziative di chi, dal basso, spinto dall’amore per questo lungomare e dal desiderio di farlo ritornare ai fasti di un tempo, si è rimboccato le maniche, procurando innegabili benefici ai bagnanti e alle attività commerciali, impegnandosi per la pulizia e la salvaguardia di una spiaggia che negli ultimi anni è stata assolutamente dimenticata.

Cogliamo l’occasione per ricordare che tra pochi giorni ricorrerà il quarto mese dall’incendio che ha devastato il Cartella.

Ad oggi, nonostante il positivo incontro di luglio con l’Amministrazione Comunale, nulla sembra cambiato e la struttura rimane sotto sequestro, impedendo così l’avvio dei lavori per la ricostruzione.

Ma noi siamo testardi, più della burocrazia lenta e farraginosa, più di chi vorrebbe far chiudere la nostra esperienza, per il semplice motivo che siamo convinti che il nostro lavoro è servito, e serva tuttora, ad arricchire e far crescere questa comunità.

Per questo non demordiamo e, nonostante tutto, continuiamo a fare quello che abbiamo fatto in questi dieci anni, con qualche difficoltà in più, ma sempre alla luce del sole e rivendicando ogni nostra azione.

E tra queste c’è la pulizia e la manutenzione del Parco Cartella: domenica 16 settembre dalle ore 9.30 ci sarà un nuovo campo di lavoro, al quale invitiamo tutte e tutti a partecipare.