Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fcsoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F65-comunicati%2Fsolidarieta-internazionale%2F1235-giornata-internazionale-per-la-liberta-e-la-ricostruzione-di-kobane%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Ottobre
27
2015

Giornata internazionale per la libertà e la ricostruzione di Kobanê

Scritto da c.s.o.a. Angelina Cartella

Nella Rojava, il Kurdistan occidentale in territorio siriano, da circa tre anni è iniziato un processo politico e sociale basato sulla partecipazione, sulle assemblee e sui consigli locali che, attraverso la pratica dell’autogoverno, la gestione di buona parte dell’economia attraverso forme cooperative e di proprietà collettiva, l’organizzazione dell’autodifesa popolare, rappresenta per noi oggi la forma più avanzata di Democrazia, di quella da scrivere con la D maiuscola.

Un esempio pericoloso per le “democrazie” di tutto il mondo, un esempio che si cerca di cancellare grazie al fuoco incrociato dell’Isis e del governo turco del macellaio Erdogan, con il sostegno di Nato e Usa.

A un anno di distanza dalle mobilitazioni che lo scorso anno hanno visto tutto il mondo scendere in piazza a sostenere Kobanê, la città simbolo della resistenza popolare contro la violenza senza pietà e le orrende atrocità commesse da ISIS, in una giornata cruciale per la Turchia chiamata al voto dopo il successo elettorale dei curdi e le bombe di Stato, il popolo curdo chiama a una nuova giornata di mobilitazione globale.

E noi a questo appello vogliamo rispondere incontrandoci domenica 1 novembre alle ore 18.30 al c.s.c. Nuvola Rossa di Villa San Giovanni: sarà un’occasione per informarsi e informare sugli avvenimenti in Kurdistan e soprattutto approfondire questo eccezionale esperimento di Democrazia reale, tacciata di terrorismo da chi è solito far guerre umanitarie e ricorrere alla strategia della tensione, uccidendo cittadini inermi.

Viva la Resistenza del Kurdistan! Viva la lotta del PKK! Libertà per Apo Öcalan!

c.s.c. Nuvola Rossa
c.s.o.a. Angelina Cartella
Co.S.Mi. – Comitato Solidarietà Migranti
COBAS Scuola RC
Collettivo UniRC