Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fcsoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F65-comunicati%2Fsolidarieta-internazionale%2F1298-contro-ogni-muro-restiamo-umani-aiutiamo-idomeni%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Aprile
15
2016

Contro ogni muro... restiamo umani! Aiutiamo Idomeni!

Scritto da c.s.o.a. Angelina Cartella

Tra pochi giorni si festeggerà la ricorrenza della Liberazione dal nazifascismo, una delle più tristi e vergognose pagine della storia europea, e sicuramente tutte le istituzioni, a ogni livello, sono pronte a celebrare liturgicamente il ricordo della Resistenza. Quelle stesse istituzioni che oggi stanno ripercorrendo l’infame strada del razzismo, della violenza, del terrore e della guerra.

Ci inoculano quotidianamente il virus della paura dello straniero, che all’occorrenza diventa clandestino, ladro, stupratore, assassino, terrorista e mantenuto, facendoci odiare e disprezzare chi oggi scappa dagli scenari di una guerra fomentata e supportata dal “pacifico e civile” Occidente, o più semplicemente viaggia in cerca di un futuro migliore. Vogliono farci credere che sia normale alzare muri, respingere tutto e tutti anche quando questo significa morte certa, creare nuovi campi di concentramento, nuovi lagers, nuove vergogne.

Ma c’è anche chi non dimentica gli insegnamenti della Storia, chi si oppone a questa nuova deriva, chi negli occhi di chi arriva nei barconi non vede pericolo e rimane umano, come le tante e tanti che si stanno recando a Idomeni, una piccola località al confine tra la Grecia e la Macedonia, dove oltre 10mila persone in cerca di libertà e di una vita degna sono bloccate per un tempo indefinito. Anche qui non poteva mancare la solidarietà calabrese: diversi sono gli attivisti reggini che si sono recati a Idomeni, alcuni si trovano tuttora lì, altri sono pronti per partire.

Il 21 aprile dalla Calabria partirà un furgone solidale: riempiamo questo furgone, aiutiamo Idomeni!

Nel pomeriggio di sabato 16 e durante tutta la giornata di domenica 17, il CSOA Cartella sarà il punto di raccolta presso cui portare quanto si riesca a raccogliere.

Facciamo girare il più possibile questa informazione tramite tutti i canali possibili in modo che anche da Reggio Calabria possa provenire un messaggio concreto di solidarietà.

Nello specifico, servono:
- omogeneizzati di frutta, carne e verdura per neonato da 4 a 12 mesi; pappine solubili;
- pannolini, salviettine umide, pasta all’ossido di zinco;
- pantaloni, magliette e intimo per bambini da 1 a 3 anni;
- copertine, asciugamani e prodotti per l'igiene personale (dentifrici, spazzolini, shampoo ecc.);
- indumenti (primaverili/estivi) e biancheria per bambini e adulti (uomini e donne): calzini, reggiseni, canotte, mutande, calzamaglie.
- medicinali anche per uso pediatrico (ibuprofene, paracetamolo, enterogermina).

CoSMi - Comitato Solidarietà Migranti