Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fcsoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F102-comunicati%2Fspazi-sociali%2F966-solidali-con-i-pagliacci-clandestini%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Novembre
03
2013

Solidali con i Pagliacci ClanDestini

Scritto da c.s.o.a. Angelina Cartella

C’è bisogno di spazi di aggregazione sociale! Esprimiamo piena solidarietà all’associazione Pagliacci ClanDestini, che chiede oggi risposte certe e concrete – dopo mesi di trattative – al Comune di Reggio Calabria, per l’affidamento dell’ex-emeroteca come sede per le attività socio-culturali che, con impegno e passione, porta avanti a dispetto delle tante difficoltà.

Ci sentiamo particolarmente vicini ai Pagliacci ClanDestini anche perché stiamo vivendo, purtroppo, una situazione simile: a distanza di oltre cinque mesi dall’ultimo confronto con l’amministrazione comunale, a distanza di oltre diciassette mesi dall’incendio che ha colpito il Cartella, la struttura è ancora sotto sequestro e ci ritroviamo a svolgere le nostre attività politiche, culturali e sociali in condizioni di grave precarietà.

Nonostante le varie rassicurazioni da parte della Giunta Arena prima e dei Commissari dopo, malgrado l’impegno sbandierato di non voler far chiudere un’esperienza come la nostra, continuiamo ad assistere ai soliti rinvii. Nei giorni scorsi abbiamo recapitato al Prefetto Chiusolo la richiesta di un ulteriore incontro, nella speranza, nel caso venga accolta, di non dover ascoltare le consuete promesse e assistere a nuovi scaricabarile, per una pratica che sembrava essere sul punto di sbloccarsi mesi fa e che invece sembra arenata in un punto morto. Sebbene il Commissariamento del Comune debba garantire il massimo della legalità, la percezione di un normale cittadino nei confronti della macchina burocratica è che per essa continui a valere la legge dei padrini e dei compari, e le pratiche di chi non ha santi a cui votarsi costrette a rimanere in fondo alla pila: queste vicende purtroppo non fanno che suffragare queste impressioni.

In questa città c’è un bisogno enorme di spazi di reale socializzazione, fuori dai circuiti clientelari, fuori da logiche di profitto e di accaparramento, dove ci si possa divertire, fare arte e cultura, e occuparsi dei problemi della collettività, come i Pagliacci ClanDestini hanno dimostrato di saper fare nei loro anni di attività. Per questo, consapevoli di combattere la stessa battaglia, ci schieriamo al loro fianco, per un uso sociale dei beni comuni, contro l’abbandono ed il degrado degli spazi pubblici.