Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fcsoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F62-ricostruiamo-il-cartella%2Fcomunicati%2F812-oggi-conferenza-stampa-del-comitato-qio-sto-con-il-cartellaq%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Giugno
20
2012

Oggi conferenza stampa del Comitato "Io sto con il Cartella"

Scritto da c.s.o.a. Angelina Cartella

Il comitato “Io sto con il Cartella”, costituitosi per sostenere la campagna di solidarietà per la ricostruzione dello spazio occupato, oggi al bar del Ce.Dir., ha tenuto una conferenza stampa per informare sulle iniziative legali e tecniche intraprese per arrivare al più presto alla riapertura del c.s.o.a. “Angelina Cartella” ad oltre un mese dall'incendio che ha quasi distrutto la struttura autogestita. All’incontro erano presenti gli avvocati del comitato “Io sto con il Cartella”, i militanti del centro sociale di Gallico e alcuni rappresentanti delle realtà che dal primo giorno sostengono la campagna di solidarietà.

La conferenza è stata occasione per annunciare il deposito di alcune querele, presentate per richiedere i danni dovuti alla perdita dei beni di proprietà custoditi all’interno della sala incendiata. «In realtà non c’è stima possibile per quanto andato perduto in quel vile attentato consumato di notte – ha dichiarato l’avvocato Pino Morabito – ma le querele presentate dimostrano la volontà dei militanti del Cartella di non chinare la testa e non farsi intimidire». Attraverso queste querele il comitato cercherà di seguire più da vicino le indagini.

È stata anche comunicato l’invio di una richiesta di incontro al Sindaco Arena, dopo la notizia apparsa sulla stampa secondo la quale, per il dissequestro della struttura, manca solo una dichiarazione da parte dell’Amministrazione comunale. Di seguito il testo della lettera inviata ieri mattina:

Egr. Dott. Arena,
la notte tra il 14 e il 15 maggio un incendio ha devastato la struttura autogestita dal c.s.o.a. Angelina Cartella in un’area, quella del Parco Cartella, che gli stessi attivisti nel 2002 hanno recuperato dallo stato di degrado e abbandono cui versava. Nei suoi dieci anni di attività, il c.s.o.a. Cartella è diventato un importante punto di riferimento per l’universo democratico dell’intera provincia reggina e non solo, molto attivo nell’ambito delle iniziative culturali, sociali ed ambientaliste sul territorio. Attraverso le sue molteplici attività, anche di rilievo internazionale, il c.s.o.a. Cartella ha dato un importante contributo nello sfatare l’immagine di una Reggio dolente, abulica, disegnando invece una città attiva, positiva, solidale. L’eco suscitato a livello nazionale dalla notizia dell’incendio, i tantissimi attestati di solidarietà ricevuti da un fronte assolutamente trasversale, la splendida e colorata manifestazione del 26 maggio tenutasi a Gallico, sono un chiaro riconoscimento del lavoro svolto dal centro sociale.
Dopo l’incendio, si è costituito un comitato per sostenere una campagna per la ricostruzione del Cartella, il comitato “Io sto con il Cartella”,  a cui hanno aderito numerose associazioni, partiti e sindacati reggini, e tante sono le iniziative che si stanno realizzando, anche in diverse città italiane, a supporto di questo progetto. Un progetto che da una parte mira a restituire alle attività del centro sociale la fruibilità dell’area del parco Cartella, dall’altra a non darla vinta a chi in questa città è abituato a ricorrere al fuoco, alle bombe, ai proiettili per far valere le sue “leggi”.
Al comitato “Io sto con il Cartella” hanno aderito anche diversi professionisti, ingegneri e architetti che hanno dato la loro disponibilità per una progettazione partecipata che punti al recupero della struttura incendiata: nonostante i danni subiti, comunque le mura portanti non sembra siano state compromesse. Il comitato, in continuità con quelle che sono le pratiche di autogestione e autofinanziamento del c.s.o.a. Cartella, sostiene l’idea della ricostruzione da realizzare attraverso i proventi della campagna di solidarietà.
La struttura risulta ancora sottoposta a sequestro cautelativo per questioni di sicurezza e, per come appreso da notizie di stampa, si è in attesa di un pronunciamento dell'Amministrazione comunale che dovrà decidere se bonificarla e metterla in sicurezza, oppure demolirla.
Alla luce di queste ultime notizie, il comitato “Io sto con il Cartella” chiede un incontro urgente alla S.V., per arrivare a una soluzione che in tempi brevi possa permettere il ripristino della piena funzionalità di un importante spazio di aggregazione sociale per la città di Reggio Calabria.
In attesa di un cortese e sollecito riscontro, porgiamo distinti saluti.
Reggio Calabria, 19 giugno 2012
Il Comitato “Io sto con il Cartella”